Home Fantanews Serie A Intervistando il Recreativo Team. Prima avventura in A

Intervistando il Recreativo Team. Prima avventura in A

248
0

Due anni di gavetta e finalmente Promozione nella massima serie. Francesco Pellegrino, Presidente del Recreativo Team, raggiunge la Serie A matematicamente a molte giornate dalla fine. Un squadra compatta in ogni reparto, ottima media gol, M.P tra i migliori e rosa con ampi margini di scelta. Di seguito una breve intervista con il Presidente Pellegrino.

 

Presidente Pellegrino lei è stato in testa alla Serie B dalla prima all’ultima giornata. Come ci è riuscito? E’ una situazione da guinnes

Non è tanto semplice da spiegare, di certo il tanto lavoro effettuato durante la preparazione estiva è alla base di tutto.. l’obiettivo di tutta la società era quello di costruire un progetto ambizioso, il primo scalino è stato superato, adesso ci toccherà salire quello più difficile e cioè cercare di rimanere in serie A affrotando tutte le squadre con decisione e forza di volontà

Lei ha vinto il titolo di B sopratutto grazie alla sua difesa insuperabile, non crede?
Certo la mia difesa è stata il mio punto di forza, compatta ma allo stesso tempo offensiva quando serviva.. Di certo un terzino come Maicon non tutto se lo possono permettere, speriamo di riconfermalo il prossimo anno.

Zarate, chi l’avrebbe mai detto che questo giovane acquistato a 1 fosse stato forse il suo acquisto più brillante.

Devo dire che i miei collaboratori hanno lavarato molto bene durante il mercato, zarate lo conoscevamo ma non credevamo esplodesse subito al primo anno, come sappiamo tutti il campionato italiano non è facile per nessuno, ma il ragazzo si è ambientato subito facendo vedere le sue grandi doti e contribuendo alla conquista del titolo di serie B e quindi alla promozione in serie A.

Prossimo anno derby Recreativo – Real Siderno, ma questa volta in Serie A. Chi la spunterà?
Nei derby non sempre vince la squadra più forte, servirà molto carattere e voglia di vincere.. Poi come sempre queste partite possono essere decise da episodi o da calci d’angolo, punizioni… vedremo, noi ce la giocheremo e cercheremo di imporre il nostro gioco ovunque.

CONDIVIDI

Commenta l'articolo se hai voglia...