Home Notizie Old Ultime Alla ventiquattresima giornata…

Alla ventiquattresima giornata…

16
0

Nona vittoria consecutiva. Finanza batte ogni record. E' diventata ormai l'incubo di ogni squadra, perchè oltre a continuare ad avere il miglior attacco, 40 gol segnati, ha anche la miglior difesa. Le squadre avversarie sembrano ipnotizzate di fronte a tale armata. Questa settimana è toccato a Le Gran T subire il gioco di Finanza perdendo per due reti a zero. Neanche Totti, su rigore riesce a realizzare il gol della bandiera!
Il match più caldo della settimana finisce 1-2 a favore di Los Barbudos. Fantalemon perde infatti in casa contro la squadra calabrese seppur giocando bene. Sono i padroni di casa ad andare in vantaggio con il giovane Rossi ma, nella ripresa il risultato si ribalta, prima Cruz e poi Grosso mettono a tacere i tifosi siciliani, portando la squadra al secondo posto in classifica.
Pareggiano 1-1 Havana Blu e Real 190. Partita equilibrata per tutto il primo tempo, senza grandi emozioni. Nella ripresa l'Havana va in vantaggio grazie al primo gol stagionale del neo acquisto Tavano. Al 45, quando i giochi sembrano ormai fatti, i milanesi pareggiono con Spinesi. Contestato il tecnico Audino per aver lasciato in tribuna l'attaccante Di Natale.
La squadra di Pandolfo batte 2-0 Magic Burrito grazie ai gol di Budan e Ibrahimovic e torna al successo dopo sei giornate. I blu cerchiati provano a prendere l'iniziativa ma senza il capitano Flachi la squadra sembra aver smarrito la concentrazione giusta per affrontare la partita. Da segnalare che a inizio gara una parte della striscia laterale è stata rifatta; i maligni hanno pensato ad una visita a Siracusa del capitano della squadra ligure in crisi d'astinenza.
L'Izuro's Team supera 2 a 1 la Longobarda. Fino alla mezz'ora l'Izuro's Team appare impacciata nel costruire la manovra, la Longobarda approfitta e trova il gol con il solito Toni. Nel secondo tempo ci pensa Muto a dare la scossa: al 25 trova il gol e porta la squadra al pareggio. Scorrono 5 minuti e Panucci sigla il definitivo 1 a 2. Amareggiato il tecnico Canà lascia il campo con lo sguardo rivolto verso il cielo…

 

CONDIVIDI

Commenta l'articolo se hai voglia...